sostituzione infissi

La sostituzione degli infissi è un lavoro che comporta, sicuramente, un investimento in termini di tempo e denaro ma che può essere un modo per risparmiare sul lungo periodo. Infissi funzionali e nuovi, infatti, sono fondamentali per garantire la corretta coibentazione della casa, evitando sprechi nell’utilizzo degli impianti termoregolatori e permettendo il più facile mantenimento della temperatura costante negli ambienti, isolando meglio l’abitazione dal caldo o dal freddo esterno. Inoltre, la Legge di Stabilità approvata a gennaio 2017, concede a tutti i cittadini che eseguiranno opere edili di ristrutturazione con scopo di risparmio energetico, uno sgravio fiscale del 65%.

CHE TIPOLOGIA DI SERRAMENTO SCEGLIERE?

Il commercio propone diverse opzioni per quanto riguarda le tipologie di serramenti, da scegliere in base alle esigenze, ai gusti personali ed all’arredamento circostante, perché funzionalità e bellezza possono coesistere ed i serramenti diventano, così, eleganti complementi d’arredo, che valorizzano l’ambiente, oltre a proteggerlo. Si spazia dai classici in legno, evergreen della tradizione di arredamento tipicamente italiano, fino ai materiali più tecnologici e moderni come l’alluminio dalla vita eterna ed il pvc di ultima generazione, economico e performante. La scelta dell’installazione di doppi e tripli vetri, invece, è più funzionale che estetica e dipende da quanta necessità ci sia di isolare dal rumore o dal clima esterno.

SERRAMENTI IN LEGNO

Sono la scelta più classica: il legno è, da sempre, considerato materiale d’elezione per l’arredamento, sia esteticamente sia per quanto riguarda le sue caratteristiche funzionali. I serramenti in legno abbinano il fascino e l’impatto di calore e classica eleganza alla indiscutibile resistenza, indeformabilità e capacità coibentante di un materiale vivo e resistente. La maggior parte dei moderni serramenti in legno sono realizzati con la tecnica lamellare, che prevede la sovrapposizione di più strisce di materiale, per creare una struttura compatta e resistente, altamente isolante sia acusticamente che termicamente. Inoltre è un materiale ecologico, essendo un dono della natura. L’unico svantaggio del serramento in legno può essere il prezzo, che tende ad essere leggermente più alto rispetto a quello di altre tipologie. Il prezzo di un infisso in legno varia, principalmente, dal pregio del materiale utilizzato: mediamente si assesta attorno ai 350/400 euro a finestra, per un prodotto di buona qualità, ai quali aggiungere l’eventuale manodopera per la messa in posa.

SERRAMENTI IN ALLUMINIO

L’alluminio offre la garanzia di durare una vita, in quanto si tratta di un materiale indistruttibile, indeformabile e resistente a qualsiasi condizione climatica. I serramenti in alluminio possono essere colorati, in quanto il materiale di base consente diverse tecniche di verniciatura: sono quindi una scelta estremamente versatile, adattabile a tutte le camere nonché ad uffici, studi professionali, negozi o esercizi commerciali, anche laddove l’arredamento richieda l’utilizzo di tinte particolari o poco comuni. L’alluminio garantisce un’ottima funzionalità isolante, anche per quanto riguarda l’acustica. Non sono prodotti particolarmente economici ma l’investimento iniziale sarà ammortizzato dalla durevolezza. I prezzi medi si aggirano attorno ai 300/350 euro al pezzo per finestra standard, escluse spese di trasporto e montaggio.

SERRAMENTI IN PVC

Il pvc è uno dei materiali più utilizzati ed apprezzati, per i serramenti, in quanto coniuga ottime prestazioni isolanti ad un prezzo decisamente accessibile. Tendenzialmente è bianco e lucido, molto resistente e di facile manutenzione: infatti si può pulire, tutte le volte che si desidera, con un semplice detergente ed una spugna, per mantenere sempre intatte le sue caratteristiche di lucidità e splendore. Il pvc è un materiale molto adattabile e versatile, ottimo tanto per le finestre quanto per portafinestre o balconi, di impatto estetico moderno e semplice, molto adatto alle case nuove e giovanili, un po’ meno in un contesto arredativo decisamente classico. I prezzi dei serramenti in pvc sono particolarmente convenienti e, mediamente, per una finestra di dimensioni normali, rientrano nell’ordine dei 150/200 euro.

SERRAMENTI CON DOPPI VETRI

Il doppio vetro è una scelta particolarmente consigliata per le case ubicate in zone dove esistono condizioni climatiche accentuate. Località caratterizzate da inverni estremamente piovosi e ventosi o da estati molto afose sono le zone d’elezione per la scelta dei serramenti con doppi vetri, che permettono un isolamento maggiore, più funzionale e resistente rispetto al vetro singolo. Il prezzo dell’opzione del vetro supplementare varia in base ai listini delle aziende che li installano e varia anche in base al materiale di base del serramento stesso. Mediamente, il vetro in più, viene a costare intorno ai 100/150 euro per finestra.

SERRAMENTI CON TRIPLI VETRI

Il triplo vetro è la scelta d’eccellenza per quanto riguarda la coibentazione termica ed acustistica. Garantisce l’isolamento totale dall’ambiente esterno, con netti risparmi in bolletta, quantificati anche oltre il 20% l’anno. Un’ottima scelta anche per appartamenti ubicati su strade molto trafficate, in quanto permette di eliminare i fastidiosi e costanti rumori che, spesso, possono arrivare ad inficiare la qualità della vita a causa della loro invasività. Anche in questo caso i prezzi sono variabili e a discrezione della ditta installatrice. Indicativamente, un assetto a tre vetri su una finestra di dimensioni standard richiede un sovrapprezzo di 150/200 euro.

DETRAZIONI FISCALI PER SOSTITUZIONE INFISSI 2017

In cosa consiste l’agevolazione fiscale: si tratta di un rimborso, in rate equivalenti su base decennale, del 65% dei costi sostenuti per il lavoro di sostituzione degli infissi. Questo perché lo Stato cerca di motivare i cittadini al risparmio energetico ed infissi nuovi e funzionali permettono un minor utilizzo di riscaldamento e climatizzatore, in quanto mantengono la temperatura più costante e velocizzano i tempi di riscaldamento e raffrescamento degli ambienti.

CHI PUÒ BENEFICIARE DEGLI INCENTIVI FISCALI

Possono beneficiare degli incentivi fiscali tutti i cittadini che, nell’arco di quest’anno, hanno acquistato serramenti nuovi a scopo coibentante e hanno sostituito modelli vecchi e non più funzionali. Lo sgravio viene calcolato su una massima spesa di 60.000 euro.

COME FARE PER BENEFICIARE DELLA DETRAZIONE FISCALE

Per beneficiare della detrazione fiscale è sufficiente presentare, in sede di compilazione del 730 o modulo equivalente di dichiarazione dei redditi, le fatture e le ricevute dei bonifici di pagamento relativi al lavoro effettuato. È importante che i serramenti scelti rientrino nella categoria di prodotti per una migliore coibentazione, quindi propedeutici al risparmio energetico. A questo proposito il venditore rilascerà un certificato, i quali dati andranno comunicati, telefonicamente o via internet all’ENEA, che rilascerà una ricevuta, da consegnare al commercialista insieme alla documentazione fatturativa.

Vuoi ristrutturare il tuo immobile?

Contattaci senza impegno per parlare del tuo progetto.

CONTATTACI

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Sommario dell'articolo
Sostituzione infissi: detrazioni fiscali e risparmio energetico
Titolo
Sostituzione infissi: detrazioni fiscali e risparmio energetico
Descrizione
La sostituzione degli infissi è un lavoro che può portare ad un vantaggio economico nel tempo grazie alle detrazioni fiscali ed al risparmio energetico.
Autore
Pubblicato da:
Studio Magnano & Partners
Logo
[Voti: 2    Media Voto: 4/5]
Shares